Come cambiare le gomme della Moto?

In: Bikers consigli Commenti: 0 Visite: 336

Se si vuole tenere la propria moto sempre al top in condizione ideale per effettuare performances ad alto livello, l'azione del cambio gomme è una delle operazioni base anche se non si tratta di una manutenzione semplice.

Sempre più centauri, per diversi motivi, tra cui quello del risparmio, hanno deciso di dedicarsi in prima persona al cambio delle gomme, limitando le spese del meccanico, e acquistando solo i treni di gomme necessari per la propria due ruote. Senza nulla togliere al piacere di mettere mano sulla propria moto, piacere che solo i veri appassionati possono comprendere appieno, perché la passione, l'amore per il proprio motociclo non è solo quello riservato al dare gas, al correre veloce, ma anche la dedizione verso di lei, la moto. Non a caso il noto cantante Jovanotti in una delle sue prime canzone paragonava l'amore per la sua ragazza a quello per la sua moto cantando "Sei come la mia moto, sei proprio come lei". Ricordiamo che si cambiano le gomme per motivi di sicurezza, come l'usura del pneumatico, ma non solo, anche quando il pneumatico è irrimediabilmente danneggiato come ad esempio quando questo presenta il cerchietto del tallone a vista o deformato, pizzicature nella gomma o nella tela, spellature o venature della calandra interna, ha forature sui fianchi, disgiunzione della gomma o della tela e/o danni dovuti a sostanze corrosive.

QUANDO CAMBIARE LE GOMME DELLA MOTO?

Di solito è sempre bene sostituire le gomme della proprio moto ogni 2 o 3 anni al massimo, quindi parliamo in media di circa 5.000-6.000 chilometri percorsi. Ricordatevi che i pneumatici sono l’unico punto di contatto tra la vostra moto e la superficie della strada e quindi per la vostra massima sicurezza è necessario che questi siano in grado di aderire al meglio al manto stradale per impedire che si verifichino brutti incidenti. Quando il battistrada è usurato dunque, sarebbe opportuno provvedere ad una pronta sostituzione delle gomme della moto. Ricordate inoltre che, per legge, i pneumatici devono avere una profondità di battistrada di almeno 1,6 mm; soglia al di sotto della quale si è passibili di sanzione.

COME CAMBIARE LE GOMME DELLA MOTO?

Il consiglio iniziale è quello di cominciare dalla gomma anteriore. Per sostituire i pneumatici della vostra amata due ruote dovrete essere muniti di leve per gomme, guanti, lubrificante per montaggio, compressore, svitavalvole, acqua e sapone, proteggi cerchioni e uno stallonatore o in alternativa una morsa con ganasce ma può fare al caso vostro anche una pressa idraulica. Le operazioni di sostituzione delle gomme possono avere inizio dopo che avrete messo il cavalletto alla moto, sollevando in questo modo la ruota dal suolo. Quindi potrete procedere a rimuovere e sgonfiare lo pneumatico. Dopo aver rimosso la ruota dalla forcella grazie allo stallonatore, separate il cerchione dalla gomma. Si consiglia di cospargere il cerchione con l'acqua e il sapone per facilitare la fuoriuscita dello pneumatico, evitando in questo modo frizioni pericolose. Dopo aver effettuato questa operazione potrete rimuovere la camera d’aria. Ricordatevi di utilizzare i proteggi cerchioni per far sì che questi ultimi non finiscano con il subire qualche danno. Non dovrete far altro che metterli sul cerchione per poi utilizzare lo stallonatore come una leva per far uscire lo pneumatico dalla propria sede. Passando all'operazione di cambio gomma posteriore, facciamo subito notare che si deve rimuovere la catena prima di cominciare. Per questo motivo un buon consiglio al riguardo è quello di sostituire la catena alla moto nella stessa operazione se le tempistiche coincidono, così da non dover ripetere queste operazioni di manutenzione, ottimizzando i tempi. Dopo aver rimosso entrambi i copertoni potrete procedere alla loro sostituzione montando quelli nuovi. Non dovrete fare altro che ripetere le stesse operazioni precedentemente effettuate in fase smontaggio, ovviamente a cominciare dall'ultima: assicuratevi di controllare il senso di rotazione delle nuove gomme (questo è opportunamente segnalato da una freccia che si trova in maniera ben visibile sulla spalla della ruota) assicurandovi che sia simmetrico rispetto a quello del cerchione, ricordatevi di bagnare quest’ultimo con l' acqua e sapone e fate leva tra la spalla del pneumatico e il bordo stesso del cerchione, mettendo all'interno della guida, cioè dell'apposito canale, la gomma. Fatto ciò dovrete rimettere al suo posto la valvola, gonfiare la nuova gomma fino ad una sovrapressione minima di circa 3 bar e verificare l’allineamento col bordo stesso del cerchio. Riportate quindi la pressione della gomma al livello standard, e cominciate il rodaggio dei nuovi pneumatici (ricordandovi sempre di viaggiare a velocità moderate per i primi 30-50 chilometri, ovverosia fino a quando la cera non sarà stata rimossa dall’attrito e lo pneumatico potrà garantire il massimo dell’aderenza).

QUANTO COSTA CAMBIARE LE GOMME DELLA MOTO?

Quando si parla di prezzo di pneumatici della moto, non si può di certo effettuare una stima precisa, infatti sono davvero molti i fattori che vanno a influire sul costo effettivo di un treno di gomme, a cominciare dalla marca e dal modello, per arrivare alla qualità. Possiamo così stimare che l’acquisto di pneumatici per la moto di buona qualità ed omologati possa oscillare in media tra i 250 ed i 270 euro. Se poi avete intenzione di affidarvi alle prestazioni di un meccanico per montarli, il tutto compresa la manodopera, può arrivare fino a 300-320 euro circa.

MotoWay - la tua moto la tua strada la tua App!

Tags: gomme moto

Commenti

Lascia il tuo commento