Come comprare la moto usata e tornare a casa felici

In: Bikers consigli Commenti: 0 Visite: 135
Se hai preso la decisione di acquistare una moto usata, è essenziale cominciare a farsi qualche domanda su come puoi evitare di entrare in possesso di un veicolo che non soddisfa pienamente le tue esigenze e i tuoi desideri.
Diventa dunque importante stabilire, prima dell'acquisto, alcuni punti chiave che diventeranno la tua guida all'acquisto di una moto usata ed essere pienamente soddisfatto e felice.

I punti chiave per acquistare una moto usata


Il vademecum del perfetto compratore di moto usata prevede di concentrarsi sui seguenti argomenti e decisioni:


    • acquistare da un concessionario o da un privato: alcuni preferiscono cercare di comprare la propria moto usata da un privato, in quanto convinti che trattare con un non-professionista sia la soluzione perfetta per risparmiare denaro e tempo. Occorre tenere presente che il privato è uno sconosciuto che non può assicurare alcun ché, sia in fase di trattativa che di acquisto, tantomeno fornire una garanzia di assenza di vizi, problemi e danni occulti; in questo caso è sempre bene cautelarsi facendo esaminare la moto a un tecnico di provata competenza. Tuttavia, per poter avere un maggior livello di sicurezza nella transazione è consigliato rivolgersi a un professionista, un concessionario, competente e serio che non solo garantirà l'acquisto secondo la normativa vigente, ma potrà occuparsi efficacemente delle eventuali esigenze che possono sorgere nel post-vendita.

    • cosa sapere su una moto usata: bisogna conoscere il più possibile sul mezzo che intendiamo acquistare. Se la prima cernita avviene via Internet, il box relativo al modello in questione dovrà essere corredato da fotografia, anno di prima immatricolazione, caratteristiche, chilometri percorsi e prezzo. Quando poi si passa alla visita di persona, l'analisi accurata del motociclo dovrà essere molto accurata, in modo da verificarne le effettive condizioni. Inoltre è buona abitudine avere la conferma della presenza della garanzia sulla moto, prevista per legge, ovviamente se il venditore non è un privato;

    • possibilità di assistenza post-vendita: uno dei lati positivi del rivolgersi a un concessionario per acquistare la tua moto usata è l'esistenza di un servizio di assistenza professionale e qualificato che possa risolvere qualsiasi tipo di problema possa verificarsi dopo l'acquisto e che, di norma, è parte integrante della struttura del rivenditore. Questo tipo di garanzia non può essere fornita da un privato, anche se dovesse vantare conoscenze dirette di meccanici competenti ai quali sarà possibile rivolgersi dopo la vendita o assicurare la completa assenza di guasti, problemi e simili.


Domande da porsi prima dell'acquisto


È vero che quando si sceglie una moto l'organo usato è il cuore, ma, dal momento che si sta parlando di un bene che va a incidere sul portafoglio in modo più o meno significativo, oltre al cuore dovrai utilizzare il cervello per evitare di effettuare un acquisto non allineato alle tue necessità e possibilità, soffermandoti sui punti di seguito elencati.

Le possibilità economiche - Il budget


L'acquisto di una moto usata non è costituito solo dalla transazione economica, ma anche da tutto ciò che riguarda la parte amministrativa e tributaria del processo: il passaggio di proprietà e l'assicurazione rappresentano le spese immediate da dover sostenere per poter potar via la moto appena comprata.
Inoltre è buona abitudine fare effettuare un controllo (il tagliando, se vogliamo chiamarlo così) completo dopo l'acquisto e, qualora non fosse presente, fare installare un buon antifurto.

Come scegliere la moto usata


All'interno del budget scelto, avrai sicuramente un certo numero di modelli tra cui scegliere, di prezzi differenti.
La prima regola da tenere in mente è che, a parità di modello, una moto con un prezzo eccessivamente basso è possibile che sia stata molto sfruttata o che soffra di malfunzionamenti che corrisponderanno inevitabilmente a un aumento delle spese after-market.
Il modo migliore per fare un affare è saper aspettare l'occasione giusta e, soprattutto, saperla riconoscere.

Come utilizzerai la moto usata acquistata


Una fase essenziale della scelta della tua moto usata è rappresentata dall'uso che intendi farne: uso saltuario o extraurbano oppure intensivo o urbano; nel primo caso può soddisfarti anche una moto con qualche anno di età sulle spalle e con una buona potenza residua, mentre nel secondo, o nel caso si cerchi una buona dose di potenza, il mezzo ideale sarà una moto non eccessivamente vecchia e poco sfruttata; in ogni caso non aspettarti prestazioni da MotoGP da una motocicletta che ha parecchi anni o chilometri al suo attivo (forse scelta perché è un modello che ti piaceva quando eri ragazzo).
In ogni caso la discriminante principale è il numero di chilometri che pensi che percorrerai con il mezzo: maggiore è la loro quantità, minore dovrà essere la sua età e il livello di sfruttamento della componentistica.

La moto usata scelta sarà facile da rivendere?


Il valore residuo e la facilità di reimmissione sul mercato del modello che hai scelto sono parametri importanti che dovrai considerare al momento della tua scelta; una moto che in futuro avrà delle difficoltà a essere rivenduta costerà meno ma sarà meno commerciabile se deciderai di rivenderla.
Anche in questo caso è bene fare un giro sul web per avere almeno un'idea delle quotazioni di mercato per capire se il modello che attira la tua attenzione viene offerto sopra o sotto la media: questa semplice operazione sarà in grado di darti un'idea su quello che si può considerare il giusto prezzo.

Come acquistare la tua moto usata


Dopo aver scelto il modello che ti piace e che soddisfa tutti o la maggior parte dei requisiti da te richiesti, si passa alla fase dei controlli pre-acquisto e che variano a seconda se hai deciso di comprare da un privato o da un concessionario.

Verifica della documentazione e delle credenziali del venditore


Se hai optato per l'acquisto presso concessionario, è facile verificarne serietà e professionalità, soprattutto perché Internet rappresenta un bacino di informazioni pubbliche inesauribile.
Diverso è il caso del privato: non essendo un professionista, il controllo della sua serietà è indiretta e passa dalla verifica delle informazioni che ti sono state fornite al momento del contatto, incrociandole con le condizioni in cui vedi il mezzo e verificando i dati scritti sui documenti a corredo della motocicletta; ricorda che ciò che non è scritto sui documenti ufficiali non esiste e può portare a problemi con le Autorità.
Per effettuare le ricerche relative alla corrispondenza dei dati del venditore con la moto in vendita, hai la possibilità di chiedere una visura sul sito dell'ACI oppure di richiedere, sempre online, l'estratto cronologico; sul sito potrai invece verificare se le revisioni sono state effettuate regolarmente.
Giusto per chiarire il concetto, dal momento che un privato non può dare le garanzie fornite da un concessionario, dovrai essere tu a porre in atto tutti quei controlli necessari a tutelare la tua buona fede.

Controllo della moto usata


Ed ecco il momento della verifica visiva della motocicletta che ha suscitato il tuo interesse.
Come detto in precedenza, se acquisti da un privato è consigliabile affidarti a un tecnico competente e degno di fiducia al momento della verifica reale della moto; a ogni modo, se sarai tu in persona a occupartene, dovrai attenzionare alcuni punti:


    • bilancieri: i contrappesi del manubrio, se danneggiati, indicano che c'è stata una caduta;

    • manopole: se non sono state sostituite, la loro usura è indice di un utilizzo intenso e, dunque, di molti chilometri percorsi;

    • dischi, pinze e pastiglie dei freni: la loro usura indica un chilometraggio elevato del mezzo, incuria nel mantenere il mezzo e possibili problemi all'impianto frenante;

    • pneumatici: su di essi vengono impressi i loro dati di produzione; possono servire a verificare le dichiarazioni di utilizzo del proprietario. Inoltre tieni presente che gli pneumatici dicono tutto sullo stile di guida del proprietario;

    • teste dei bulloni: se sono danneggiate o rovinate dimostrano che l'assistenza è stata effettuata da un meccanico non professionista;

    • catena di trasmissione: le sue condizioni, pulizia e tensione, indicano se il venditore ha avuto cura del mezzo;

    • marmitta: se la vedi annerita, è sintomo che le valvole di scarico hanno qualche problema di tenuta. Inoltre verifica che i bordi, soprattutto interni, non siano arrugginiti, perché significa che la condensa non è stata arginata.

    • luci e indicatori di direzione: devono essere perfettamente funzionanti e senza accenni di diminuzione di tensione della strumentazione durante il loro utilizzo;

    • strumentazione: deve funzionare tutto, soprattutto tachimetro, contagiri, computer di bordo e tutte le sue funzioni informative e d'allarme;

    • pedane e leve: trovarle graffiate è indice di cadute di cui il proprietario ti deve debitamente informare;

    • motore: dovrai verificare se parte bene a freddo e a caldo, se anche accelerando leggermente non fuma (e se lo fa, di che colore è il fumo), se mentre gira senti qualche rumore strano;

    • ciclistica: oltre a verificare il buono stato del telaio, della forcella e del monoammortizzatore posteriore (se presente), sarebbe l'ideale effettuare una prova strada, per verificare la presenza di eventuali vibrazioni, squilibri e altro che potrebbe essere indice di un problema più o meno grave; tieni presente che il proprietario potrebbe, per farti fare il test, chiederti di consegnargli un documento di riconoscimento.

    • condizioni estetiche esterne generali: il telaio non deve essere corroso o intaccato dalla ruggine, il motore deve essere pulito, così come il carter, il radiatore e tutte le parti a vista;


Se ritieni che tutto sia a posto, che moto e venditore hanno passato tutte le verifiche da te effettuate e hai deciso di finalizzare l'acquisto, sappi che il modo migliore per effettuare il pagamento è un assegno circolare, consegnato al venditore in concomitanza con il passaggio di proprietà.
Mi raccomando, non anticipare denaro per alcun motivo, a meno che non sei sicuro della liceità dell'intera transazione.

Commenti

Lascia il tuo commento