Come smaltire l'olio della moto

In: Blog MotoStorePremium Commenti: 0 Visite: 50

1.L'importanza del corretto smaltimento di olio e batterie moto

 

Quando si decide di riparare in autonomia il proprio mezzo capita di effettuare operazioni come il cambio dell'olio o della batteria della propria moto. Spesso si compiono da soli per questioni di urgenza o necessità, anche se la soluzione migliore è quella di rivolgersi a personale specializzato. Si può anche agire in autonomia, ma è fondamentale sapere innanzitutto come smaltire olio e batteria esausti. Infatti, non ci si può disfare di tali articoli in modo semplice, in quanto costituiscono un pericolo di inquinamento e di propagazione di sostanze dannose per l’ambiente; dunque, devono essere smaltiti con la massima cura.

La sostituzione dell'olio può risultare un'operazione complessa e per eseguirla correttamente vanno utilizzati strumenti idonei.

Dopo essa si procede al suo smaltimento, proprio per il pericolo che costituisce la manutenzione della moto andrebbe eseguita in officina o è bene farsi supportare da un tecnico esperto in materia. Le strutture apposite, come le officine di riparazione, dispongono di contenitori per l'olio esausto dei mezzi, dopodiché vengono svuotati dagli enti qualificati per la raccolta. Per capire come smaltire l'olio e la batteria della moto, occorre sapere a chi rivolgersi e come avviene la procedura.


2. Smaltimento dell'olio: a chi rivolgersi e come avviene

Come già accennato in precedenza, occorre recarsi in una struttura specializzata nello smaltimento di olio esausto oppure si può avvisare il comune di residenza in ambito del Servizio Rifiuto, presentando la richiesta di consegna del materiale all'ente che si occupa dell'eliminazione gratuitamente. Un'altra opzione è quella di contattare il COOU (Consorzio obbligatorio degli oli usati), che saprà fornire informazioni in merito a strutture vicine che svolgono tale servizio.

Rivolgersi a benzinai o meccanici, a meno che siano specializzati in tale operazione, non è una buona soluzione, in quanto non ritenuti idonei al servizio di ritiro dell'olio esausto, poiché viene in parte buttato via e non depurato. Dopo che il materiale è stato raccolto verrà smaltito o riciclato; dunque, si proteggerà l'ambiente da rischio di contaminazione e di inquinamento, e si potranno ricavare nuove risorse.

L'olio può subire un processo di rigenerazione in seguito alla previa valutazione di trasformarlo in un lubrificante, gasolio o bitume. Viene inoltre utilizzato come combustibile, che costituisce un'alternativa allo smaltimento dell'olio non rigenerabile, e inviato a strutture autorizzate, ad esempio cementifici.


3. Cambio dell'olio del mezzo e lubrificazione delle componenti


L'olio del mezzo deve trovarsi entro i parametri soglia, perciò occorre verificarne il livello costantemente, e questa operazione rientra tra i controlli da eseguire periodicamente. L'olio consente alle componenti meccaniche di funzionare correttamente, pulendole da possibili incrostazioni. Si tratta di un procedimento di lubrificazione possibile anche grazie al filtro dell'olio, che svolge la funzione di raccogliere i residui nell'olio motore.

Un livello dell'olio errato o un liquido esausto potrebbero provocare dei malfunzionamenti all'intero impianto; quindi, non sono idonei ad eseguire efficientemente le funzioni a cui sono destinati, provocando anche il bloccaggio del motore nel peggiore dei casi. Dunque, affinché il motore della moto sia performante occorre un controllo periodico dell'olio.

Esistono anche altri prodotti, come lubrificanti, che permettono alle componenti di ruotare senza intoppi. Tra questi c'è https://www.motostorepremium.com/accessori/11193-product-care-smook-look-unlocking-400-ml.html?search_query=lubrificante&results=5 ,un lubrificante per parti meccaniche studiato per la loro protezione e sbloccarle in caso di necessità, sciogliendo lo sporco residuo più ostinato e scongiurando ossidazioni.

Altro articolo dell'e-commerce particolarmente indicato per la lubrificazione delle catene di metallo della moto è https://www.motostorepremium.com/accessori/11200-product-care-smook-look-chain-cleaner-400ml.html?search_query=lubrificante&results=5 ,che conferisce una buona aderenza e durevolezza alle forti pressioni. Avendo una consistenza viscosa, il prodotto consente lo scivolamento di catene e lo scorrimento dei cuscinetti. Questo articolo è importante, poiché la catena deve essere unta ogni 300 chilometri o nel caso in cui si verifichino temporali. Le dosi da utilizzare devono essere controllate, poiché un'eccessiva lubrificazione sporcherebbe la moto.

Invece per quanto riguarda l'olio motore è una parte fondamentale della moto, in quanto garantisce alle varie parti di essa di essere sempre lubrificate e protette dalla ruggine o da temperature eccessive. Per operare il cambio dell'olio occorrono guanti, olio nuovo e stracci. Innanzitutto, si dovrà accendere il motore della moto per scaldarlo, posizionarla sul cavalletto e spegnerla. Si toglie il bullone per permettere la fuoriuscita del liquido, mantenendo al di sotto una tanica. Occorre prestare attenzione a tale procedura, in quanto l'olio potrebbe essere bollente e proprio per questo è necessario coprirsi le mani con gli stracci. Dopo qualche minuto, l'olio sarà nel contenitore grazie all'ausilio di un imbuto. Come accennato nei paragrafi precedenti, l'olio esausto dovrà essere portato in centri appositi per il ritiro e lo smaltimento.

Altro liquido importante è l'olio dei freni che deve anch'esso essere sostituito per garantire la sicurezza del mezzo ogni 5000 chilometri, ma il chilometraggio potrebbe subire delle variazioni a seconda dell'uso della moto o dalla tipologia di olio impiegato. Il cambio dell'olio dei freni è più complesso: bisogna assicurarsi che l'olio sia caldo e proteggere le componenti che il liquido potrebbe usurare, avendo proprietà corrosive. Si apre il serbatoio, si colloca uno straccio e un tubo di plastica sulla vite di spurgo, facendo colare il liquido in un contenitore di plastica, ma occorre controllare che questo non fuoriesca del tutto dalla moto. Consiste dunque in un'operazione di manutenzione necessaria, come il controllo elettrico, in cui si verifica la condizione della batteria per capire se sostituirla o ricaricarla.

Commenti

Lascia il tuo commento