Moto elaborate: Si? No?

In: Bikers consigli Commenti: 0 Visite: 253

Se ti trovi qui ti starai chiedendo, probabilmente da settimane, se modificare o meno la tua moto. Siccome hai effettuato la ricerca, significa che sei propenso per il sì.

Moto Elaborate

Bene, diciamo che ti trovi nel posto giusto in quanto di seguito vedremo tutto ciò che riguarda l'argomento, ovvero la personalizzazione della propria moto. Analizzeremo i pro e i contro e forniremo delle idee in merito, in modo da rendere la tua moto riconoscibile ovunque. Capiamo, infatti, che spesso per un motociclista non basta acquistare semplicemente una moto ma sente il bisogno di fare anche il passo successivo, ovvero acquistare modifiche e accessori che possano rendere la propria moto un modello unico da sfoggiare per fare invidia agli altri centauri.
Ovviamente alcune modifiche sono concesse dalla legge, mentre altre no e questo è uno dei dettagli sulla personalizzazione che affronteremo nell'articolo.

Moto Elaborate: i primi passi verso il tuning

Ogni motociclista degno di nota vuole rendere la propria moto un pezzo unico ed inimitabile ed è proprio qui che il tutto si trasforma in vera e propria passione. Questa pratica viene oggi definita tuning, termine proveniente dall'inglese che significa appunto personalizzare. Ogni modifica rappresenta un costo non indifferente e deve rientrare nei termini di legge. Generalmente la personalizzazione del veicolo riguarda l'estetica e raramente la parte meccanica, proprio a causa dei numerosi divieti di legge a riguardo. Vediamo dunque cosa rientra nei termini italiani di legge. 

Moto elaborate per vie legali

La regola principale a cui ti devi affidare è quella dell'omologazione. Tutto ciò che è omologato è legale. Vediamo innanzitutto ciò che riguarda il tuning estetico. Ciò che per prima cosa salta all'occhio sono le cornici e i raccordi. Questi non si possono modificare, a meno che non vi siano previsti dei modelli opzionali in fase di omologazione. In questo caso, la modifica verrà apportata sulla carta di circolazione. Le luci, invece, possono subire una leggera modifica purché questa sia approvata dalla motorizzazione. Ricorda, però, che nella parte anteriore non potrai far installare più di due dispositivi dlr. 
Dunque, ogni cosa che tu scelga di modificare che faccia parte della carrozzeria o del motore della moto deve essere omologato e proposto dall'azienda madre della moto stessa. Purtroppo il nostro Paese offre in merito tante leggi restrittive che dunque non danno modo di esprimerci come si deve, ma lo sfogo potrebbe avvenire attraverso gli accessori
Gli accessori da comprare sono davvero tanti e potrebbero riguardare qualsiasi zona della moto. Potresti addirittura optare per delle cover dei vari pezzi della moto, come la sella o i manubri. Ricorda che questi ultimi devono rispettare la forma data dalla casa madre della moto e non devono essere modificati in forma o lunghezza, nonostante in alcuni casi ciò significhi poca comodità
Le modifiche, in ogni caso, non devono assolutamente essere essenziali, in quanto queste necessitano dell'autorizzazione della casa madre, la quale risulta molto difficile da ottenere. Questa scelta, in effetti, dal punto di vista della casa madre è abbastanza condivisibile in quanto chi vorrebbe che la propria moto, ideata da un gruppo di esperti, venga modificata come se nulla fosse? Non a caso, se ad esempio hai intenzione di installare un cerchio di dimensioni diverse, dovresti abbandonare completamente l'idea proprio per questo motivo.
Le modifiche non sostanziali, invece, comprendono gli accessori da aggiungere alla carrozzeria della moto. Si tratta, dunque, di modifiche pressoché minime che servono semplicemente a rendere il mezzo più unico e personale, considerando la vastità di adesivi, frecce e specchietti tra cui scegliere. 
Vediamo di seguito alcune idee per migliorare il lato esteriore della propria moto. 

Idee di personalizzazione

Il tuning estetico non è così complicato se si ha un minimo di inventiva e siamo sicuri che la maggior parte dei motociclisti ce l'ha. Ciò semplicemente perché i biker sono persone libere che hanno voglia di dare sfogo alla propria creatività e libertà, appunto. Non a caso, personalizzare significa dare anche un'identità alla moto la quale, nella maggior parte delle volte, corrisponde a quella del biker stesso. Semplicemente avvistando una motocicletta da lontano si potrebbe essere in grado di dire a chi appartiene. Diciamo che questo è, in genere, l'obiettivo di chi sceglie di modificare la propria moto: emergere dalla massa.  I motociclisti quindi, non lesinano ad acquistare accessori di tutti i tipi per le proprie amate moto. 
Per iniziare, potresti cambiare il colore della moto e scegliere qualcosa di diverso dal rosso. I vecchi motociclisti dicevano che il rosso indicava il vero biker con carattere, sarà vero? Nessuno può dirlo ma ciò che è sicuro è che ognuno deve essere libero di scegliere il colore che più gli piace, magari con qualche esuberante fiamma in risalto. Potreste, dunque, chiedere al vostro meccanico di fiducia di utilizzare gli stancil per dare forma anche ad altri tipi di disegni o scritte, in modo da lasciare maggiormente il segno a chi ammira la moto per strada. 
Una valida alternativa alla vernice sono gli adesivi, i quali sono direttamente acquistabili su internet. Questi devono essere applicati su superfici pulite e piatte, in modo da evitare fastidiose bolle d'aria. 
Infine, potreste anche modificare i manubri e gli specchietti, stando sempre attenti a non modificarne la forma per non incorrere in sanzioni.

MotoWay - la tua moto la tua strada la tua App!

Commenti

Lascia il tuo commento