Ogni quanto cambiare le gomme della moto?

In: Bikers consigli Commenti: 0 Visite: 76

In questo articolo vi daremo le giuste dritte per suggerirvi quando cambiare le gomme della moto. Questo è infatti un argomento caldo per tutti i motociclisti e non solo per i neofiti, ma soprattutto che necessita un po' di chiarezza e informazioni precise e attuali. Tutti i centauri sicuramente si saranno trovati davanti ad un battistrada usurato chiedendosi se aspettare o cambiare tempestivamente gli pneumatici, ma non solo, cosa dice la legge in proposito e quando uno pneumatico si può riparare? Questo e molto di più in questo articolo necessario e che diverrà la vostra guida definitiva per il cambio gomme.

Pneumatici per la moto e Codice della Strada

Le gomme da moto costituiscono l'unico contatto tra la strada e la due ruote e anche da queste dipendono le prestazioni, la qualità della guida e la sicurezza del bolide stesso, indipendentemente dalla sua cilindrata o conformazione. Il Codice della Strada, nonostante molti motociclisti non ne siano a conoscenza, prevede che gli pneumatici da moto abbiano un battistrada minimo pari o inferiore ad 1 millimetro e per i ciclomotori di 0,5 millimetri. Qualora il pneumatico non fosse in regola con queste normative si possono rischiare ammende e multe anche molto salate: indispensabile e buona abitudine è controllare periodicamente lo stato di usura delle gomme. Un trucchetto per calcolare lo spessore del battistrada consiste nella prova della moneta, ma come si fa? Semplice, inserite una moneta da 1 euro nella scanalatura della gomma che compone il battistrada: se le stelle sulla monetina sono visibili lo pneumatico è da cambiare. È possibile anche utilizzare una moneta da 2 euro e se con la stessa procedura la parte argentata sarà visibile il vostro pneumatico è da sostituire. Esiste comunque un piccolo strumento tecnologico ed estremamente efficace che può misurare il battistrada, si chiama profondimetro e lo si trova ovunque, anche online sui migliori e-shop.

Quando le gomme da moto sono da cambiare? 

Oltre al metodo sopra citato, come capire quando le gomme da moto sono da cambiare? Innanzitutto è bene guardare con attenzione gli pneumatici perché quasi tutti i produttori pongono una marcatura caratteristica sulla spalla, proprio in prossimità degli indicatori di usura. Questi indicatori, per chi non lo sapesse, sono filamenti o barrette in rilievo posti sul fondo dei principali solchi. Quindi, quando vi rendete conto di aver superato il limite delle barrette la gomma è da cambiare secondo le indicazioni stesse del produttore. Sostituendo al momento giusto i pneumatici la moto potrà regalarvi performance migliori, una maggiore tenuta di strada, la massima sicurezza e una guida più scattante, fluida o soft a seconda del tipo di moto e percorso scelto. Se doveste incorrere in un controllo da parte delle forze dell'ordine il livello di usura sarà visibile così ad occhio nudo: state attenti.

Segni di invecchiamento e usura delle gomme moto 

Le gomme della moto, come anche quelle delle auto, si deteriorano non solo per l'utilizzo ma anche per altri fattori. Tra questi la temperatura, il carico, lo stile di guida adottata, la tipologia di strada percorsa, il grado di pressione degli pneumatici stessi, il grado di manutenzione e il tipo di gomma. In generale, se utilizzate la moto regolarmente, è bene verificare settimanalmente lo stato di usura degli pneumatici, quindi accertarsi che non ci siamo taglietti anomali sul battistrada, deformazioni sulla spalla e sul fianco, ecc. Inoltre, circa una volta al mese, sarebbe bene far visionare le gomme da un gommista per essere certi del loro consumo regolare, dell'integrità del battistrada e del resto della struttura. Anche chi non usa la moto tutti i giorni è bene che controlli sempre lo stato degli pneumatici e non solamente poche ore prima di riprenderla in mano dopo una stagione di fermo. Infatti alcuni dei fattori citati prima come la temperatura e la qualità delle gomme possono determinarne l'usura anche se la due ruote resta ferma per mesi in un box. Infine, se le gomme risultano danneggiate ad un vostro primo sguardo, fatevi comunque consigliare dal gommista su una possibile riparazione o eventuale sostituzione perché il parere di un esperto fa sempre la differenza e vi garantisce una sicurezza maggiore nell'uso del vostro bolide.

Gomme moto: quando non si possono riparare 

Al di là delle normative che regolano quando cambiare le gomme della moto, esistono danni che compromettono del tutto la vita degli pneumatici. Quando non possono essere riparati e come capirlo da soli? Solitamente la gomma da moto andrà smaltita perché irreparabile quando: le forature interessano i fianchi, vengono attaccate da sostanze corrosive, sono presenti pizzicature o traumi che interessano sia la tela che la gomma, quando è presente una disgiunzione tra tela e gomma e se si nota visibilmente una deformazione del cerchietto del tallone. Non solo, spesso vengono trascurate anche quelle venature o spellature che compaiono nella calandra e che sono a volte causate da un utilizzo delle gomme a pressione troppo bassa e pure in questo caso è necessario sostituirle.

Scegliere le gomme più adatte

Se in definitiva non c'è un periodo specifico entro il quale è bene cambiare le gomme del motoveicolo o ciclomotore, è fondamentale in primis attenersi alla scelta corretta degli pneumatici. Cioè per ogni due ruote ci sono modelli specifici da montare e consigliati dallo stesso produttore, ma è pure altrettanto importante prediligere marchi sicuri, conosciuti e recarsi presso gommisti esperti e capaci di consigliarvi al meglio, anche eventualmente facendovi risparmiare ma senza rischi e senza perderne in sicurezza. Inoltre la scelta della gomma giusta va fatta anche in base alle normative del Codice della Strada ed evitate assolutamente di montare modelli usati. Per garantirsi ottime performance e una guida stabile e fluida è importante equipaggiare il bolide con entrambe le gomme dello stesso brand e con lo stesso disegno di battistrada e ovviamente la scelta non può essere fatta a caso. Le variabili che stabiliscono quale sia il modello ad hoc per voi dipendono dalla moto, dal tipo di manto stradale solcato nei vostri percorsi, il tipo di guida, il chilometraggio annuale stimato, ecc. Abbiamo chiesto anche a dei professionisti piloti e a dei gommisti ogni quanto cambiare le gomme della moto e all'unisono hanno affermato che la vita media e massima di uno pneumatico si aggira attorno ai 2 o 3 anni di utilizzo, ovviamente se la manutenzione è stata fatta regolarmente e se la guida è stata coscienziosa. Dopo questo periodo la gomma avvia un processo naturale di deterioramento che ne compromette del tutto le qualità e le prestazioni iniziali.

MotoWay - la tua moto la tua strada la tua App!

Tags: gomme moto

Commenti

Lascia il tuo commento