Patente A2 2019 - Novità

In: Bikers consigli Commenti: 0 Visite: 523

Vuoi conseguire la patente A2 per la guida di un motociclo con cilindrata di almeno 400 cm³ e potenza di almeno 20Kw? Sappi che dal primo gennaio 2019 ci sono delle novità che riguardano esami e abbigliamento tecnico.

Patente A2: dal 2019 cambia la seconda fase

Le novità riguardanti il conseguimento della patente A2 sono contenute nel decreto 26 settembre 2018 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il 12 ottobre 2018. La disciplina prevede che la prova per la valutazione di capacità e comportamenti sia ripartita in tre prove.

La prima consiste in domande fatte dall'esaminatore. La seconda fase è quella che ha subito maggiori modifiche, infatti fino all'entrata in vigore della nuova normativa vi erano 4 percorsi (slalom +curva, corridoio, evitamento ostacolo e frenata di precisione).Ora invece vi sono due soli percorsi che raggruppano i precedenti. Il primo percorso comprende slalom, curva e corridoio, mentre il secondo percorso comprende slalom, curva, evitamento ostacolo e frenata di precisione.

Per entrambi i percorsi è previsto l'uso del cronometro da parte dell'esaminatore, anche in questo caso si tratta di una novità, infatti il primo percorso deve essere eseguito in almeno 15 secondi, mentre il secondo in almeno 25 secondi. 

Gli errori che possono portare alla bocciatura e abbigliamento

Non cambiano invece gli errori che possono portare alla bocciatura, ad esempio toccare i coni, saltare un cono all'interno dello slalom, uscire dal percorso, mettere il piede a terra, superare i limiti di frenata prevista. L'esaminatore dovrà valutare anche il coordinamento del motociclista in sella. 
Novità importanti vi sono anche per quanto riguarda l'abbigliamento tecnico da usare durante le prove, infatti è necessario indossare il paraschiena, oltre all'equipaggiamento già in precedenza previsto e comprendente casco integrale, guanti giacca e pantaloni con protezioni a gomiti, spalla e ginocchi, scarpe chiuse. L'obiettivo è tutelare l'incolumità di coloro che devono sostenere l'esame di guida per conseguire la patente A2.

Obblighi dell'esaminatore

Deve infine essere ricordato che prima di iniziare gli esami l'esaminatore deve valutare i percorsi, questi devono essere privi di elementi che possano mettere a repentaglio l'incolumità di coloro che devono sostenere gli esami. In particolare non possono essere utilizzati percorsi caratterizzati dalla presenza di buche, radici in rilievo, tombini.

La legge stabilisce anche che i cronometri da utilizzare possono essere di tipo manuale, ma in questo caso solo l'esaminatore potrà attivarli, oppure di tipo automatico con rilevatori presenti all'inizio del percorso. Gli stessi devono comunque essere controllati dall'esaminatore prima di iniziare le valutazioni. Nel valutare le prestazioni l'esaminatore non deve tenere in considerazione i centesimi di secondo.

MotoWay - la tua moto la tua strada la tua App!

Tags: patente A2

Commenti

Lascia il tuo commento